Una certezza 

Lavorare con i bambini è un vero spasso. A volte fanno arrabbiare e innervosire ma ascoltare i loro discorsi, le loro domande o piccole riflessioni sono sempre punto di riflessione per chi come me ci lavora a contatto ogni giorno. 

Recentemente alcuni dei bambini mi hanno vista arrivare in un orario diverso dal solito, senza contare che ero vestita “normale”.
Dal loro sguardo già potevo immaginare la reazione. Cosa fai qui, perché sei venuta adesso, come mai queste scarpe, che bella che sei, ma hai una collana con una pietra, hai messo il trucco sugli occhi, che bella borsa, giochi con noi ecc…
A parte i complimenti dei bambini che ho imparato essere la voce della verità, ho pensato spesso a quanto per loro io sia una certezza. Loro arrivano in asilo e sanno di trovarmi, come sarò vestita e che ci sono sempre, come le mura della scuola.
Capita spesso di sentirmi domandare se io la sera dormo li, sui loro lettini, o perché devo andare in un altra casa se l’asilo è già casa mia. (Ma se tu vai a casa, noi con chi stiamo?)
È bello sapere di essere così importante, di essere un punto di riferimento e una certezza per questi piccoli. Per quanto riguarda il vedermi vestita “normale” forse lo faro più spesso, giusto per ricevere qualche altro complimento.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...