Disostruzione Pediatrica 

Quando ho partecipato al corso di disostruzione pediatrica della Croce Rossa Italiana la prima cosa che hanno detto é stata che in Italia, secondo le statistiche, in media muore un bambino alla settimana, proprio dovuta al soffocamento da ostruzione. Io, grazie al mio lavoro, faccio spesso corsi di formazione-aggiornamento e quello della disostruzione lo devo fare per forza ma come me, dovrebbe farlo ogni persona al mondo. La cosa più importante é che con queste tecniche, se messe in pratica nella maniera corretta, si possono salvare davvero le vite, di un adulto o di un bambino, quindi non esiste morire per un pezzo di mozzarella, pomodorino o altro che sia. 

Le due manovre da imparare sono semplici e facili da eseguire ma nonostante questo credo che la prevenzione sia la cosa migliore da mettere in pratica. Anche perché il panico a volte non permette nemmeno di muoverci. Prima di dare alcuni consigli pratici su come prevenire vi ricordo il sito dove potete trovare tutte le informazioni al riguardo.

Croce Rossa Italiana

Manovre di disostruzione pediatrica

Alcuni consigli utili e fondamentali per prevenire di avere una ostruzione nei bambini:

  1. Tagliare sempre in piccoli pezzi tutto ciò che viene messo in tavola. O meglio ancora non mettere in tavola e quindi togliere dalla vista del bambino quello che non si vuole far assaggiare.  
  2. Anche se il bambino é in grado di mangiare da solo far si che a tavola ci sia sempre almeno una persona adulta. 
  3. Evitare di far mangiare il bambino davanti alla televisione. I cartoni o quello che il bambino sta guardando in Tv fanno si che il bambino sia concentrato solo su quella di attivitá e non più sul cibo che sta mangiando. In questo modo il bambino, poco attento al suo piatto, rischia di mettere in bocca più pezzi insieme e rischiare di soffocare. 
  4. Tra i cibi più pericolosi ci sono: mozzarelline e pomodorini che vanno tagliati sempre in quattro parti e mai solo a metà. Spinaci e tutta la verdura lunga come cornetti, carote alla julienne deve essere tagliata a pezzi piccolissimi per evitare di creare “la palla” in bocca. 
  5. Un punto lo dedico solo alle carote bollite. L’asl, che fornisce il pranzo per gli asili, parlo nella mia città, manda i contenitori con le carote bollite tagliate a rondelle. È nostra cura tagliarle nuovamente in pezzi piccoli. 
  6. In casa ci sono milioni di pericoli che l’adulto deve eliminare dalla portata di un bambino: bottoni, tappi delle penne ( ricordo che ora i tappi sono aperti anche sulla punta, quelli chiusi sono fuori legge proprio a causa di casi di soffocamento), pile, monete magari lasciate sul comodino e tanto altro che possa catturare l’attenzione del bambino. 

Questi sono i consigli più importanti che posso dare a chiunque si trovi a contatto con dei bambini senza nulla togliere al soffocamento del l’adulto, che però è sicuramente meno frequente. 

Quindi cosa dire… “Chi salva un bambino salva il mondo intero!” 



Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...