4 consigli… Cosa fare quando il bambino la mattina non si vuole staccare.

20140709-081450-29690397.jpg
Diciamo la verità: i bambini in asilo stanno bene e si divertono. Ma, come è giusto e normale che sia, ci sono giorni dove l’umore non è di quelli giusti e non si ha voglia di affrontare una giornata in mezzo a bambini, rumori e confusione. Sono io la prima che a volte preferirei stare a casa mia, rilassarmi e non dover “fare tutti i giorni la stessa cosa”, quindi lo stesso vale per i bambini.
Ci sono sicuramente alcuni accorgimenti che possono aiutare il momento del distacco tra mamma/bambino.

Per mia esperienza i casi sono questi:
– Bambino che piange disperato appena riconosce la strada dell’asilo.
– Bambino che piange appena varcata la porta dell’asilo.
– Bambino che piange appena viene consegnato nelle mani dell’educatrice.

Di questi tre casi nemmeno uno piange per più di 30 secondi dal momento che la mamma se ne è andata. Furbi
Generalmente è la mamma ( o chi accompagna il bimbo in asilo) che deve fare il primo passo verso una buona accoglienza la mattina.
I miei consigli sono questi:
1) Evitare di assillare il bambino con la solita frase “adesso andiamo in asilo” da quando ancora non ha aperto gli occhi. Lasciare il tempo di carburare e solo dopo ricordare al bambino che bisogna prepararsi per una nuova giornata. Tra le varie raccomandazioni evitare di minacciare il bambino con frasi tipo “se non ti muovi a vestirti facciamo tardi e vedrai la maestra come si arrabbia!” oppure: ” Se non ti lavi i denti subito chiamo la maestra che poi ti sgrida!”.
2) All’arrivo in asilo, sia con bambino piangente o no, la mamma o chi per lei, dovrebbe mantenere la calma. Niente urla, spinte verso i compagni o altre minacce verso il bambino. Si arriva, ci si spoglia, si fanno quei primi rituali che il bambino da di fare solo con la mamma e si procede verso l’educatrice.
3) Importantissimo: creare un saluto personale o un rituale con il proprio bambino va benissimo ma avere la sicurezza di poterlo fare ogni santa mattina. Un bacio, una frase o una carezza va ripetuto tutte le mattina e aiuteranno il bambino così ad avere una sicurezza e una bella abitudine con la propria mamma.
4) Quando il bambino è ormai tra le braccia dell’educatrice ( dopo che è stato accompagnato dalle braccia della mamma a quelle dell’educatrice) evitare per qualsiasi ragione di tornare indietro e riprenderlo in braccio in caso di pianto. Il bambino già sta piangendo perché sta andando via, un ritorno sarebbe come una speranza per lui di tornare a casa o comunque di riavere la propria mamma.
Una volta salutato, girarsi e andare senza voltarsi. Ho assistito a mamme in lacrime per i sensi di colpa ma non servono ne al genitore ne al bambino che sente e percepisce tutto.
Farsi vedere entusiasti per l’asilo, invogliare il bambino a stare con i compagni e ascoltare qualche consiglio può davvero rendere piacevole la permanenza del piccolo in asilo.
Quindi buon distacco a tutti!!!

Annunci

4 pensieri su “4 consigli… Cosa fare quando il bambino la mattina non si vuole staccare.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...